frase del momento:

voglio un pensiero superficiale che renda la pelle splendida

(Afterhours - Voglio una pelle splendida)

domenica 2 marzo 2008

Immensamente Elii

Non dirò niente sui vincitori ufficiali del festival, uno non avrei niente di buono da dire, tranne per il culo di Lola Ponce, due insultarli sarebbe come dargli importanza.
Però alcune parole volevo spenderle sui veri vincitori di questa spenta e ormai logora manifestazione, Elio e le Storie Tese. Ancora una volta hanno fatto capire di che pasta sono fatti, qualora ce ne fosse bisogno. Musicisti sopraffini (questo ripetuto in tantissimi commenti), intelligenti, veri amanti della musica (vera musica), ironici, sarcastici, mai stonati e stonanti, a dispetto dei tanti cantanti che si sono alternati nelle varie serate sul palco, sempre a tempo, pronti a mischiare le carte in gioco. Nel loro Dopofestival, hanno ironizzato sulle canzoni, le hanno reintrapretate con una creatività fuori dal comune, come solo i veri geni sanno fare. Ed è questo che sono questi matti, geni musicali. La performance di ieri, poi, è stata fenomenale. E quando Elio a gran voce ha detto: Figaaaaa.... mi sono commosso (ancora di più dopo con la dedica a Feiez). E' mancata solo la standing ovation finale del pubblico, ma non importa. Qui c'è il video che vale molto più delle mie parole.

12 commenti:

Osteria dei Satiri ha detto...

Bha io tutta sta genialità non la vedo minimamente. Sicuramente, dal punto di vista tecnico e musicale, sono dei bravi musicisti, ma per geniale io intendo altro...

Peppe

Osteria dei Satiri ha detto...

ok. de gustibus...
puoi indicarci quali devono essere le caratteristiche da te richieste per la genialità?
a proposito hai visto qualche spezzone del dopofestival?
ah dimenticavo per te non è geniale nemmeno totò...posso ritenere quindi che per te qualsiasi cosa faccia ridere o cerca di farlo non lo sia?

ciao

Max

Gaetano ha detto...

Allora. 5 musicisti. Indubbiamente i 5 migliori che abbiamo in italia a livello di tecnica. Tutti riuniti in una band che si permette di scrivere canzoni nonsense, ma arrangiate in una maniera sopraffina.
Non è da tutti prendere pezzi di sanremo e in poche ore trasformarli con la genialità che hanno usato loro al dopofestival...
Ci ci pensava a "RICORDI" come negozio e non come titolo?... o a quella battuta (musicale proprio) del pezzo di cutugno, che si poteva ricollegare a Isn't she lovely?

Per non parlare della loro produzione in 30 anni di attività.
EelST è la band perfetta.

Anonimo ha detto...

Quando Elio a gran voce ha detto figaaaaa ti sei commosso perchè non la vedi da molto tempo e ti manca?

ghghghghghghgh

ale ha detto...

A mio parere non è geniale l'interpretazione di cui hai messo il video (dove per altro sono stupendi!), è da gran maestri tutta la conduzione dei dopofestival che per la prima volta valevano come spettacolo a sè, gradevoli da guardare e meritevoli di essere registrati e riguardarseli in futuro!
Ogni sera un look diverso, le reinterpretazioni delle canzoni, come hai ricordato tu, spiazzanti e godibilissime! Tutta la loro carriera ci parla di un gruppo che dovunque lo metti fa sempre la sua porca figura: sì, a tratti anche geniali... :-)

Osteria dei Satiri ha detto...

x anonimo: si, anche per questo.
ma soprattutto perchè l'ha detto su un palco come quello di sanremo, con una platea che è abituata ad ascoltare solo canzonette.
volevo citare a proposito di reinterpretazioni quella della canzone della tantangelo e la chicca "una vita tranquilla" di tricarico.spettacolo.
ciao

Max

Anonimo ha detto...

sonostati grandi nella conduzione del dopofestival,un vero e proprio spettacolo!dei cantanti mi è piaciuto tricarico ciao....

Uomo Distrutto ha detto...

geniali e basta
(per l'esibizione e per tutto i ldopofestival)

Anonimo ha detto...

Sei una h che non ha nè scopo nè motivazioneeeee! Collocata alla cazzo di cane nel mezzo del nomeeee!!!
Sono dei miti, è inutile.

Ale55andra

Osteria dei Satiri ha detto...

questa non la conoscevo!
grazie.

Max

Ayeye ha detto...

Come per tutte le cose gli Elii possono piacere o no. Sono ottimi musicisti, ma ce da dire che di ottimi musicisti in italia ne abbiamo tanti. La loro peculiarità è la musicalità, il fatto che, nonnostante l'imponente bravura, non si abbandonano a virtuosismi dei quali sarebbero capaci lasciando spazio alle cazzate!!! Non capite male, sono proprio le cazzate che li rendono unici! Vi consiglio di guardare su youtube il video fatto in collaborazione con Maccio Capatonda "Parco Sempione", c'è davvero da sganasciarsi.
La "h" ai Sonhora l'ha messa Elio!!!

Osteria dei Satiri ha detto...

benvenuto.
ho già visto quel video e si le cazzate li rendono unici, ma non mettiamo in secondo piano la loro tecnica.per esempio nell'ultimo album hanno fatto un pezzo diviso in quattro parti in cui in ogni parte si scambiano gli strumenti. in italia ci sono ottimi musicisti come dici tu, ma non vengono valorizzati... e loro forse sono una delle massime espressioni della bravura dei musicisti nostrani.
il video di parco sempione l'ho visto un pò di volte e lo trovo divertentissimo, come del resto altri loro vecchi video.

Max