frase del momento:

voglio un pensiero superficiale che renda la pelle splendida

(Afterhours - Voglio una pelle splendida)

giovedì 8 novembre 2007

think global act local


oggi parliamo di globalizzazione.
secondo wikipedia:
"Con il termine globalizzazione si indica il fenomeno di crescita progressiva delle relazioni e degli scambi di diverso tipo a livello mondiale in diversi ambiti osservato a partire dalla fine del XX secolo. Sebbene con questo termine ci si riferisca prevalentemente agli aspetti economici delle relazioni fra popoli e grandi aziende, il fenomeno va inquadrato anche nel contesto dei cambiamenti sociali, tecnologici e politici, e delle complesse interazioni su scala mondiale che, soprattutto a partire dagli anni ottanta, in questi ambiti hanno subito una sensibile accelerazione."

Ma la globalizzazione è anche questo:
Una donna di 74 anni scippata della sua borsa da due "sperti" giovani in motorino,in un paese di 2000 abitanti. La donna in questione è mia nonna, il paese è Montallegro, sperduto paesino in provincia di Agrigento, dove se per caso scorreggi un pò più forte lo sentono tutti, ed è il mio paesino, quello in cui sono cresciuto, in cui ho abitato per 19 anni e dove ritorno per ritrovare amici e parenti, occasionalmente.
La notizia mi è sembrata veramente assurda, anche per questo, soprattutto per questo.
Ma è il prezzo che bisogna pagare per l'evoluzione sociale, o no?
Ovviamente dobbiamo prenderne coscienza di tutto ciò, sperando che oltre a questo la globalizzazione porti ben altro, di molto più positivo.

*sperti nel nostro linguaggio sta per "furbi".

9 commenti:

ale ha detto...

Anche nel paese di nascita dei miei nonni fino a vent'anni fa gli abitanti lasciavano appese le chiavi dell'ingresso fuori dalla porta. E ora non è più possibile. Non scomoderei il concetto di globalizzazione nel caso dello scippo ai danni di tua nonna (ma si è fatta niente? Questa è la cosa più importante!), almeno non fino a quando non verrà aperto un McDonald's a Montallegro! [sdarammatizziamo, dai :-) ]
Lo inquadrerei piuttosto in un contesto sociologico di un mutato rapporto tra le persone. La tendenza soprattutto che avanza tra le nuove generazioni di declassificare al rango di "bravate" quelli che sono reati. E così la violenza sessuale di gruppo si trasforma in una scena ripresa col videfonino da mostrare ai propri amici per riderci su, fino a scendere allo scippo nei confronti della vecchietta. Pochi euro e risate a crepapelle. Non mi stupisce neppure che si tratti di un piccolo paese. A farci caso, i fatti più orrendi di cronaca nera degli ultimi anni sono accaduti appunto in netta prevalenza all'interno di paesi abitati da poche migliaia di persone (Cogne, Erba, Novi Ligure, Rignano Flaminio).

Osteria dei Satiri ha detto...

beh ho scompdato la globalizzazione proprio per sdrammatizzare...
fortunatamente mia nonna non si è fatta niente...solo un bello spavento. e fortunatamente ancora non c'era cose di molto valore nella borsa e neanche soldi.

Max

ale ha detto...

Perdonami, non avevo capito l'ironia :-)

OT: Nel caso Peppe si fosse scordato (facile!) di farlo, ti rinnovo il mio "in bocca al lupo" per il tuo esame di laurea di domani! Da domani i 3 osti saranno tutti laureati: che sia questo il salto di qualità richiesto da Max per il blog? :-p

ale ha detto...

Ovviamente l'OT è per te, Calogero!

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Quella non è globalizzazione ma delinquenza....

Ehm il passaggio dopo è venire a leggere i vostri amici LOL!

Ciao e a presto!

peppekuff ha detto...

Mi dispiace tanto per la tua nonnina e come sempre sono sicuro che nessuno ha visto niente, nelle nostre parti caro max tu lo sai è molto più facile che si parli e straparli di cazzate di quello e di quell'altra ma la verità è una l'omertà nel nostro bel paesino regna sovrana...

Osteria dei Satiri ha detto...

Grazie Ale finalmente è finito tutto, gli osti sono tutti laureati!

ciao

rip ha detto...

Sdrammatizzare per sdrammatizzare, vorrei tu chiarissi le circostanze in base alle quali hai potuto constatare che se, cito, "scorreggi un po' più forte lo sentono tutti".
Mi spiace per tua nonna, ovviamente, e meno male che i danni sono stati piuttosto limitati.

Osteria dei Satiri ha detto...

beh...era una bella metafora mia.
mi raccomando se la citate non dimenticatevi di far seguire il mio nome.
fortunatamente io abito in casa abbastanza isolata e posso scorreggiare liberamente!

Max