frase del momento:

voglio un pensiero superficiale che renda la pelle splendida

(Afterhours - Voglio una pelle splendida)

giovedì 27 settembre 2007

AIUTOOOO:IL MONDO STA DIVENTANDO GIALLO!!


Si potrebbe pensare che l’articolo parli dei mitici Simpson,ma no,oggi parliamo del MADE IN CHINA!! Non so se guardate mai le etichette dei prodotti,bè,se lo faceste vi rendereste conto che gran parte dei prodotti che utilizziamo vengono fabbricati nel paese giallo!Bici,scarpe,accessori,giocattoli,utensileria varia,insomma chi più ne ha più ne metta!!
Quanto conta la Cina nella nostra vita di tutti i giorni?E’ questa la domanda che si è posta Sara Bongiorni, giornalista italo-americana che ha vissuto un anno eliminando tutti i prodotti Made in China dalla sua vita e da quella dei suoi familiari.
La Bongiorni e il marito hanno così dovuto misurarsi con vere e proprie crisi familiari legate, tra gli altri, ai seguenti prodotti: scarpe da ginnastica dei figli, candeline della torta di compleanno, televisore, ciabatte da spiaggia, frullatore, trappole per topi, giocattoli (unica eccezione il Lego).
Alla fine del periodo, uno dei figli ha implorato i genitori di non ripetere un esperimento così frustrante per i suoi desideri di consumo. Ma si è concluso che facendo a meno di qualcosa e spendendo quasi il doppio,con grande fatica e attenzione si può vivere senza MADE IN CHINA….almeno per qualche anno ancora!!

3 commenti:

Osteria dei Satiri ha detto...

divertente...

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Bella fatica. Certo qualcosa per fermare una situazione nella quale si sfruttano lavoratori e a volte anche bambini per realizzare prodotti che poi noi consumiamo andrebbe fatto.

Su una cosa Grillo ha ragione, noi facciamo politica attiva ogni volta che facciamo la spesa.

rip ha detto...

Mi interrogo sulla efficienza (non sull'efficacia) della procedura sperimentale.