frase del momento:

voglio un pensiero superficiale che renda la pelle splendida

(Afterhours - Voglio una pelle splendida)

giovedì 13 settembre 2007

Non si apriranno più le porte della percezione


Addio al peyote della beat generation

Cactus dei sogni a rischio estinzione


Addio al peyote, il cactus magico degli indios del Messico che ha "fatto sognare" generazioni di giovani turisti europei ed americani trascinandoli carponi nella ricerca del frutto tra i sassi della Sierra. Addio a quel minuscolo ciotolo secco e immangiabile che sa di calce e anche alla mescalina di cui è ricco, quella che ha regalato allucinazioni e visioni agli scrittori beat in fuga dal Moloch dell'imperialismo. Addio miraggi. Secondo il Financial Times, che riprende un articolo uscito sull'Universal di Città del Messico, il "Nahuati" (o "Lophophora williamsii", nel suo nome scientifico) sarebbe ormai in via d'estinzione. Un fantasma. Non ci sarebbero - spiega l'articolo - prove concrete della sua prossima estinzione ma fonti accademiche segnalano che è sempre più difficile trovare il cactus nel deserto a nord del paese.


continua... da Repubblica.it


Salviamo il peyote perchè :


  • "Il peyote è un libro, un maestro. Non puoi apprendere se non hai mai mangiato il peyote"

  • ancora non ho avuto la fortuna di provarlo

6 commenti:

Osteria dei Satiri ha detto...

salviamo il peyote!!!

dove si deve firmare???

max

Anonimo ha detto...

oh dolce peyote!
fai in modo che non sparisci...conservati per me!

salviamo il peyote

rip ha detto...

Vergogna! Le droghe sono pericolosissime. Anche se alcune sono eccellenti (Luttazzi)

Uomo Distrutto ha detto...

quoto gli osti e rip...

gianl ha detto...

No, dai...sono le solite notizie catastrofiste della stampa nostrana, vero? Vero?!?!

Osteria dei Satiri ha detto...

x gianl:

speriamo!!