frase del momento:

voglio un pensiero superficiale che renda la pelle splendida

(Afterhours - Voglio una pelle splendida)

domenica 22 aprile 2007

Le 10 ragioni per dire "NO" al matrimonio gay!

Vi riporto il contenuto di una email divertente che mi è arrivata oggi:

1. Essere gay non e' naturale. I veri italiani rifiutano cio' che e' innaturale, come gli occhiali, le scarpe, il poliestere e l'aria condizionata.

2. Il matrimonio gay spingera' le persone ad essere gay, allo stesso modo in cui far andare in giro persone alte vi fa diventare alti

3. Legalizzare il matrimonio gay aprira' la strada a ogni tipo di stile di vita folle. Le persone vorranno sposare i propri animali domestici, perché ovviamente un cane ha una personalita' giuridica e i diritti civili per sposarsi

4. Il matrimonio eterosessuale esiste da moltissimo tempo e non e' mai cambiato minimamente; le donne sono ancora una proprieta' del marito, le nozze sono decise dai genitori, il padre ha diritto di vita e di morte sui figli, i neri non posso sposare i bianchi e il divorzio non esiste

5. Il matrimonio eterosessuale perdera' valore se sara' permesso anche ai gay di sposarsi. La santita' dei sette matrimoni di Liz Taylor verrebbe distrutta

6. I matrimoni eterosessuali sono validi perché sono fertili e producono figli. Le coppie gay, quelle sterili e le persone anziane non devono potersi sposare, perché i nostri orfanotrofi sono vuoti e il mondo ha bisogno di più bambini

7. Ovviamente i genitori gay tirerebbero su figli gay, proprio come da genitori eterosessuali nascono soltanto figli eterosessuali

8. Il matrimonio gay e' vietato dalla religione. Dunque in una teocrazia come la nostra i valori di una religione devono essere imposti all'intera nazione. Ecco perche' in Italia c'e' una sola religione e tutti i bambini devono essere battezzati alla nascita

9. I bambini non saranno mai sereni ed equilibrati senza un modello maschile e uno femminile a casa. Per questo nella nostra societa' quando un genitore e' da solo, o perché e' vedovo o perche' e' stato lasciato, gli vengono tolti anche i figli.

10. Il matrimonio gay cambiera' i fondamenti della nostra societa' e noi non potremmo mai adattarci alle nuove norme sociali. Proprio come non ci siamo mai adattati alle automobili, al lavoro in fabbrica e all'allungamento della vita media.

P.S. Per uno Stato libero dal pregiudizio e dal preconcetto è necessario che si faccia un PACS avanti!

25 commenti:

Anonimo ha detto...

Molto carino questo post!

...

Anonimo ha detto...

Grazie ragazzi per la visita, come sempre gradita e complimenti per l'ironia.
Bisognerebbe chiedere a papa ratzi & Co. da che famiglia nasce un gay e poi anche se è una famiglia modello quella qui di Bologna in cui il nipote ha sparato al nonno che non gli dava abbastanza soldi per fare la bella vita al college a Montecarlo.

Paco

Anonimo ha detto...

secondo me non è assolutamente vero ke i genitori gay tirerebbero su figli gay, è assolutamente giusto dare a quelli gay la possibilità di sposarsi... mi dispice ragazzi questa volta non sono con voi

"Osteria dei Satiri" ha detto...

Caro anonimo questo post voleva essere solo una denuncia fatta con sarcasmo, prendere con ironia la bigotteria di certi benpensanti. Anche noi siamo a favore delle unioni civili per tutti, gay e non gay. Mi sembra assurdo che si facciano discriminazioni per ragioni che riguardano la sfera sessuale. Ognuno deve essere libero di essere quello che realmente è, senza problemi ed ostacoli imposti da questa società che pone l'accento più sull'apparenza che sull'essenza. Lo abbiamo anche ribadito, se ci fai caso, anche nel P.S. alla fine del post.
Peppe G.

Davide ha detto...

GRazie per la visita, molto gradita! Proprio simpatiche questi dieci punti; purtroppo però sono molti coloro che la pensano in questo modo. Giovani e non giovani, ma prima o poi qualcosa cambierà. Forse, anzi, mi sa di no, ma ci proviamo uguale! Ciao

valeria ha detto...

x anonimo:una lettura più attenta ed un tono ironico ti aiuterebbero a trovare la chiave per capire il post!!

Libero ha detto...

staremo a vedere se il vostro è un perbenismo o se realmente credete nella normalità effettiva dell'omosessuale. Mi piacerebbe vedere che trattate queste tematiche delicate spesso e non solo per farvi fighi, moderni. Ci sono persone che ancora continuano a vederli come "strani", "malati", "diversi" soprattutto in certe piccole realtà. Vi lancio (amichevolmente) questa sfida!
Buon lavoro di denuncia

valeria ha detto...

x libero:credo e spero che molte persone abbiano solo paura della diversità(intesa in relazione alla mia e ad altre eterosessualità)o a volte si lasciano trasportare dai discorsi di coloro che si credono dei perbenisti,visto che non c'è proprio niente di male nell'essere omosessuale....il discorso degli osti(e me ne assumo le responsabilità!!)non sono parole vane,nè falsi perbenismi,siamo solo tutti diversi e ci accettiamo così!!

valeria ha detto...

....o dovremmo accettarci così!!

Paco ha detto...

Due di voi vivono a Bologna? Allora prima o poi birra al Pratello!
Grazie per la visita

Paco

Anonimo ha detto...

Avere dei gusti sessuali "diversi" è la più grande libertà che ci si possa concedere....libertà che cessa d'esistere SOLO nel momento in cui sono coinvolti nelle varie pratiche (rapporti gay,giochi "bizzarri",orge, pratiche sadomaso......)minorenni,disabili o gente costretta,contro la propria volontà.
Lo credo fermamente,
Daniela.

"Osteria dei Satiri" ha detto...

x libero: accettiamo di buon grado la tua sfida. Il nostro intento è proprio quello di sensibilizzare, discutere, crescere insieme, senza alcuna discriminazione (tantomeno se di natura sessuale...). Questo è un blog libero e di liberi pensanti!

x Daniela: sottoscrivo completamente il tuo commento. Il sesso (sia fatto per amore che per sfizio) è una libertà individuale, e non dovrebbe suscitare alcun tipo di stupore o ribrezzo.

P.S. Proviamo a vedere le cose da un'angolazione un tantino diversa!

Peppe G.

Daniela ha detto...

Carissimo Peppe G.
non ero contro niente e nessuno, almeno stavolta...ma quale angolazione diversa???
Ho letto la parola gay e ho verbalizzato il primo messaggio che mi ha inviato il cervello in proposito!Tutto qui...
...o forse volevi i complimenti per il tuo simpaticissimo post, preso peraltro in prestito?!
X Valeria e Calogero:
Visto???Vengo sempre fraintesa...

"Osteria dei Satiri" ha detto...

x Dany: temo che sia stata tu a fraitendermi... Il P.S. era un'esortazione riferita non a te (ho pure detto che sottoscrivevo il tuo commento...) ma a quanti etichettano e catalogano le persone in base a dei canoni prestabiliti. Ripigliati un attimino! Ai complimenti non ci tenevo dato che non è farina del mio sacco ma un copia incolla da una email ricevuta (fatto già specificato nel post). Bacio
Peppe G.

Daniela ha detto...

Il bacio finale ha cancellato tutto.
1-1, palla al centro!!!

"Osteria dei Satiri" ha detto...

per cortesia le vostre effusioni amorose lasciate al privato...
grazie max! ciao dani
fanculo pè!

Anonimo ha detto...

Il matrimonio gay è una sciagura: perchè offre ai giovinetti una alternativa più appetibile del seminario.
www.pellizzer.splinder.com

Anonimo ha detto...

Visto che qualche post fa s'invitava a firmare una petizione, una su questo tema potete sottoscriverla a questo sito:

petizione

Anonimo ha detto...

Divertente,ma con una punta di amaro.
Perchè è tutto vero,purtroppo.
Paul

valeria ha detto...

x anonimo: cosa c'entra il seminario??

"Osteria dei Satiri" ha detto...

Grazie anonimo della tua segnalazione. Io personalmente l'ho appena firmata, spero che altri si accodino a questa decisione. Cmq lo linko così anche dopo chi vorrà firmare ne avrà la possibilità...Per cambiare le cose bisogna rimboccarsi le maniche!
Peppe G.

"Osteria dei Satiri" ha detto...

Pè se devi linkarlo mettilo nel post aggiungi un pps e metti il link..

Zio Angelo ha detto...

ragazzi, vedo che questo argomento suscita parecchio interesse......ed è già......... qualcosa.......
E se qualcuno dovesse prima o poi chiamarvi comunisti oltre che froci, non fateci caso........,solo una bella risata potrà seppellire il pregiudizio, con o senza dico....e ricordatevi che solo chi si sente offeso o in qualche modo minacciato ha in fondo, ma proprio in fondo, qualcosa da nascondere....
Complimenti!!!!!!!!
Sono sempre orgoglioso di voi....

Anonimo ha detto...

Cosa c'entra il seminario?
Ebbene: un tempo, farsi preti (o suore), consentiva a chiunque di non sposarsi. Senza per questo suscitare sospetti.
Bisogna aggiungere che la fede ha permesso di anestetizzare ogni pulsione (che poi magari esplodeva con conseguenze catastrofiche!).
O di sublimarle attraverso i riti superstiziosi, attraverso tutta quella pazza pompa (che era molto "fascion"!).
E tutto quel potere che poteva diventare una rivalsa sui cosidetti "normali".
... Senza contare che certe "vocazioni" consentivano ai più luridi di approfittarsi degli altri. Per giunta, protetti dalle sacre tonache.

Pellizzer (anticlericale "fastidioso" e sinistroide)
www.pellizzer.splinder.com

Valeria ha detto...

hai detto bene un tempo!!!!!