frase del momento:

voglio un pensiero superficiale che renda la pelle splendida

(Afterhours - Voglio una pelle splendida)

lunedì 16 aprile 2007

Papa Ratzy spegne le candeline...


E' andato in onda su tutte le reti, pubbliche e private, il cerimoniale per gli 80 anni del Papa. Sfolgorante in uno sfarzoso paramento d'oro e d'argento, il santo padre ha celebrato il suo nuovo trionfo da "star" in piazza S. Pietro. Una flotta di vescovi ed alti prelati, anch'essi luccicanti di ori, lo hanno accompagnato in un corteo memorabile insieme ai clericali di ogni setta ed ogni scisma fra gli osanna dei sudditi adoranti. Ma chi ha pagato questa ennesima e dispendiosa messinscena? Forse i cittadini che versano l'otto per mille alla chiesa cattolica dovrebbero farsi venire qualche dubbio. Una chiesa che trova un buon motivo per festeggiare nonostante i tempi burrascosi e che, magnanima come sempre, elargisce 500 euro ai suoi dipendenti sebbene chieda ai fedeli le donazioni per le sue opere di "bene". Mmmhh puzza di ipocrisia...
Ho visto che vari blog hanno scritto post sottoforma di lettera, ma che bella idea!

Caro Ratzy,
tanti auguri di cuore dal tuo Oste più affezionato. Ieri ti ho visto in TV in tutto il tuo splendore da Santo Padre (ti chiamano così no?...), raggiante come non mai, solare e felice. Mi ha fatto piacere vederti così in forma, sebbene il tuo pontificato sia trafitto da "ingiuste" polemiche. Ma cosa vorranno mai questi infedeli dalla tua santa chiesa? Povero Ratzy...
Ho visto pure che ti sei dato alla scrittura, non mancherò di leggere il tuo "Gesù di Nazaret", purtroppo non posso criticare l'ennesima bufala di questa tua santa umana chiesa, ma, caro Ratzy, mi hai sorpreso: tu, augusto autore, hai concesso la libertà di critica ai tuoi fedelissimi. Che modernità che stai dimostrando... Scusa se mi permetto, ma la vedo come la palese dimostrazione dell'aspirazione a rendere lecito solo ciò che è esplicitamente consentito da chi detiene un potere totalitario e totalizzante. E no caro mio...il diritto di critica e la libertà di pensiero ce li siamo conquistati tempo fa proprio contro i tuoi illustri predecessori. Mi spiace ma non ti devi proprio permettere di venirci a dire che possiamo criticare le favole a cui tu credi e a cui pretendi che creda il mondo intero. Quel diritto ce lo teniamo stretto contro di te e contro ogni teocrazia, ivi compresa quella islamica a cui non si danno permessi. Le vostre sono favole, artefatti, bugie e non mi stancherò mai di denunciarle per quello che realmente (a mio avviso) sono, un'ingegnosa Menzogna Universale.
Ah dimenticavo: ma perchè hai emanato quella scandalosa direttiva che imponeva ai vescovi il silenzio sugli abusi sessuali perpetrati sui minorenni? sì effettivamente i media, a te genuflessi, non ne hanno parlato, ma sai il cyber-spazio è una immensa risorsa di notizie...
Certo di una tua risposta mi congedo porgendoti i miei più affettuosi saluti.
Ancora buon compleanno!

Peppe G.

P.S. Mi firmo dato che gli altri Osti potrebbero essere in disaccordo con le mie posizioni.


13 commenti:

daniela ha detto...

Per BeppeG.
AffeZZionato si scrive con una sola Z!!!!!
....o forse tale è l'affetto provato per quell'omino vestito di bianco(com'è che lo chiamano??....Ah,PAPA.)che per esprimere i tuoi sentimenti ti sei voluto concedere questa insolita licenza poetica??!!!!Ti bacio.Ricordati che qualcuno ci ha imposto il battesimo,aspetto tue notizie..................

"Osteria dei Satiri" ha detto...

Pè mi ha chimato il Papa, mi ha detto se tu lo dai il permesso di criticare quello che hai scritto...
perchè lui una critica ce l'avrebbe...parole sue: "digli a quello là che affezionato si scrive con una z!"
per il resto non si è voluto pronunciare...se chiama di nuovo gli do il tuo numero!
max

Daniela ha detto...

Per Max
Batti cinque!

"Osteria dei Satiri" ha detto...

I'm sorry, ma nell'incazzzzzo non c'ho capito nulla. Max salutami Ratzy quando lo senti.
Dany questo batti cinque con max me lo lego al dito...
Peppe G.

"Osteria dei Satiri" ha detto...

grazie daniela!
aggiornamenti da S.pietro:
Ratzy ha detto Pè per quella cosa considerala già fatta nn c'è bisogno nemmeno che mandi la lettera!!

ps: avete visto dopo la segnalazione dell'osteria dei satiri le iene stanno facendo un servizio sui cinesi!
max

Anonimo ha detto...

..già, l'ho visto pure io il servizio sui cinesi..e come sempre la realtà è diversa da come i nostri mezzi d'informazione ce la vogliono raccontare..

Per l'Oste Peppe G.: non ne farei una tragedia, il Papa come ogni persona festeggia i suoi anni, solo che è il Papa e i festeggiamenti sono..alla sua altezza :-)
Ah, mi sa che hai confuso come "svolgimento della festa" i montaggi dei servizi alla Tv: non c'erano i rappresentanti delle altre chiese, gli hanno solo mandato un telegramma di auguri.. I festeggiamenti sono consistiti in un pranzo coi cardinali e nel pomeriggio in un concerto di una filarmonica tedesca con musiche di Mozart nell'aula "Paolo VI"..

Vero che i tempi non sono dei migliori, ma dimmi chi mai non ha festeggiato il suo compleanno anche quando le cose non andavano bene? In fondo in fondo è anche un'attività esorcistica, serve anche a scordare per un giorno che le cose non vanno bene. Gino Strada o Alex Zanotelli non possono festeggiare i loro compleanni altrimenti sarebbero ipocriti?

La cosa che senz'altro condivido della tua critica è la copertura data ai preti pedofili: un vero schifo coperto dal (quasi) silenzio dei mass-media, uno scandalo per il quale non riusciranno mai a farsi perdonare. Bleah!

...

Zio Angelo ha detto...

Ragazzi, in fondo il papa è il capo di una chiesa e come tale esprime il suo ruolo di guida, non è col papa che bisogna prendersela ma con l'intero apparato clericale che vive nella continua perpretazione del suo potere secolare per potere sopravvivere.
Tanto, credetemi, ormai, pur con tutti i reprimenda che potranno venire dalla chiesa, la laicità dello stato e delle sue leggi è un processo inarrestabile che non potrà essere fermato dalle gerarchie ecclesiali.
Queste farebbero meglio ad occuparsi delle anime dei fedeli e solo a quelle per aiutarle a vivere secondo i veri principi del più ampio spirito cristiano di amore, carità e misericordia........
Peppe sii meno incazzato.........
Zio Angelo

"Osteria dei Satiri" ha detto...

Caro "Zio Angelo" io muovo sia una critica al Papa, in quanto garante della Cristianità e del Cattolicesimo, sia con tutto l'apparato (forse meglio "farsa") clericale. Sulla laicità dello Stato non sono tanto speranzoso, dato che il Governo ha rifirmato il famoso Concordato (gli ex-Patti Lateranensi del 29').
Io mi indispongo quando sento uscire dalle loro bocche frasi come "stato giuridico delle cose".
Io mi indispongo quando leggo che il Papa vuole soffocare la libertà delle persone.
Io mi indispongo quando il Garante della Santa Romana presa per il culo vuole nascondere, conscio di commettere un reato, gli abusi sessuali di certi pedofili travestiti da anime pie.
Io mi indispongo quando qualcuno mi predica l'umiltà, la povertà e la carità ed invece sguazza negli ori. Io mi indispongo quando la Chiesa si organizza in parlamentino (CEI) e possiede una tra le più fortissime banche (la Banca Vaticana).
Io mi indispongo nel sapere che il Vaticano custodisce migliaia di libri e documenti che il mondo intero non può consultare.
Io mi indispongo quando una chiesa, di qualsiasi confessione, chiede l'otto per mille al cittadino italiano.
Io mi indispongo quando la Chiesa si organizza in Università e Consorzi.
Ok mi sono indisposto troppe volte, ma la lista continuerebbe.
Cmq non sono incazzato, ma semplicemente indignato!

Peppe G.

Anonimo ha detto...

passami 'sta battuta :-p

Ma con tutte 'ste indisposizioni quand'è che ti passa il ciclo mestruale?? ^___^

"Osteria dei Satiri" ha detto...

Eh eh eh, la tua battuta ci sta tutta...sono contento che si riesca a sdrammatizzare così! Grazie anonimo mi hai strappato (dato il tema) un sorriso.

Peppe G.

Zio Angelo ha detto...

Peppe il tuo indisporti sembra il rosario al contrario dei religiosi o almeno di quelli che diconsi tanti......
....un accanimento laico che rischia di diventare un integralismo anch'esso anche se di tipo opposto.
La chiesa fa solo il suo dovere, magari esagerando e facendo violenza religiosa sui fedeli, i quali, come tutti sappiamo, praticano lo stesso il divorzio, l'aborto, hanno rapporti prematrimoniali, ricorrono, se possono, alla fecondazione assistita ecc. ecc.....
Se mai, dovresti indisporti per la scelta dei nosti legiferanti che prima si dicono o definiscono laici, con tutte le varianti del caso, e poi si smentiscono quando devono affrontare temi che la chiesa mette al bando.
Il cattolicesimo, come tutte le religioni nel mondo, offre ad ognuno un approccio alla fede come guida di vita dettando leggi e condizioni.
L'importante è che noi ci si senta liberi e non condizionabili....
Pensiamo anche, al di là di alcune posizioni estreme sul versante bio-etico, quanto lavoro impiega la chiesa nel campo dell'assistenza e del volontariato, come in quello dell'accoglimento e del sostegno a favore dei poveri, dei disagiati nel mondo, non per ultimo nella predicazione di una politica dipace contro ogni forma di guerra.
Che ne pensi?........

"Osteria dei Satiri" ha detto...

Caro zio Angelo, condivido pienamente la tua analisi dei fatti. Sicuramente è la politica che ha la pecca maggiore in tutto questo, ma come ben saprai la politica si fa coi voti, e dato che in Italia i catto-cittadini sono la stragrande maggioranza, la politica inevitabilmente si intreccia con la religione (gioco di convenienze...). Sarà un caso che si tende sempre di più al centrismo democristiano? Ultimissima novità i DS, vecchia costola del PC, uniti in matrimonio con la Margherita nel nuovo Pd (Partito Democratico). Mi nasce spontanea l'esclamazione: "forza Mussi!"
Rispetto ed apprezzo l'impegno della chiesa nel campo dell'assistenza, del volontariaro e di tutte le cose belle che possano esistere, ma si limita a fare il suo lavoro (sarebbe assurdo se non lo facesse dato che predica amore e solidarietà). Ma sta di fatto che stiamo vivendo un vero e proprio periodo di moderno oscurantismo.
Sulla pace era finalmente ora dopo millenni di guerre e sangue in nome della Croce.

Peppe G.

Anonimo ha detto...

Getto una provocazione, tesa a non negare ciò che tu affermi, e cioè che la Chiesa si oppone al progresso, soprattutto quando le nuove scoperte scientifiche e le nuove aperture sociali entrano in conflitto coi suoi dettami fondamentali.

Ma perchè citi solo l'oscurantismo religioso e non anche quello laico?
Cioè di quei regimi politici che censurano siti web, che controllano le comunicazioni private dei suoi cittadini, che hanno una stampa asservita al potere stesso, che non permettono il libero scambio di idee se non quando capita di reprimerlo con la polizia, che incarcerano e torturano coloro che vanno contro la dottrina ufficiale?
----

Per il signor Angelo:

riguardo al suo primo commento, l'apparato clericale non dice mai cose contrarie alla dottrina di Dio così come interpretata dal Papa. Di conseguenza è facile prendersela con chi (il Papa) non apre mai bocca per smentire le loro affermazioni, dunque di fatto avallandole ; e prendersela chiaramente anche col Papa stesso quando è lui a parlare in prima persona e dice cose sulle quali non si è d'accordo

Sul secondo commento, innanzitutto cosa intende per "violenza religiosa"?
Poi, mi chiedo che valenza possa avere il dichiararsi cattolico quando si crede nei princìpii teorici della nostra religione salvo dare contemporaneamente per scontato che nella pratica si vive in modo del tutto opposto a quegli stessi princìpii. Non è una disfatta personale, ancor prima di quella di una Chiesa che non sa imporre i suoi dettami al suo gregge? E' una domanda che da credente mi faccio spesso, la rivolgo anche a lei..

Riconosco, come tutti del resto, l'azione della Chiesa nel campo socio-assistenziale.

La Chiesa non è condannabile in blocco, in essa c'è tanto buono e tanto bene.

...