frase del momento:

voglio un pensiero superficiale che renda la pelle splendida

(Afterhours - Voglio una pelle splendida)

venerdì 27 aprile 2007

Quando il virtuale supera la realtà.

Diventare milionari con Second Life

Second Life (S.L.) creato dalla Linden Lab e’ nato come gioco che offre alle persone la possibilita’di connettersi tramite internet in una“realta’ virtuale” e di interagire con gli altri partecipanti;
S.L. è un ambiente 3D in cui gli utenti "costruiscono" punti per compravendita, pubblicità, pornografia, community e cose personali e si spostano in tale ambiente muovendo il proprio personaggio-avatar. Ad oggi la comunità conta più di 5 milioni di utenti.
Il gioco (se cosi si può chiamare) desta sempre più interesse nelle più importanti aziende private reali(Toyota, Microsoft, Sony, Endemol, Coca Cola, ecc. ecc.) che stanno investendo ingenti somme per aprire degli spazi all’interno di questo mondo virtuale. I motivi che giustificano tali investimenti sono molti: in primis il numero di utenti,poi il fatto che non servono infrastrutture fisiche da realizzare per sviluppare prodotti: è tutto virtuale quindi smaterializzato, dunque testare i prodotti costa meno. Ma la vera intuizione di Second Life e' quella di aver consentito il cambio tra la moneta simulata del gioco (linden dollar) e il dollaro reale.
Quindi potenzialmente le fortune accumulate nel gioco possono essere convertite in denaro reale; Il mondo di Second Life ha un'economia integrata, "studiata - spiegano gli ideatori - per premiare il rischio e l'innovazione". Si può scegliere di essere un semplice visitatore e girare per il mondo facendo nuove amicizie oppure sviluppare un’esperienza di gioco e di interazione più completa, creando perfino un proprio business.
Gli utenti realizzano creazioni virtuali, in cui esprimono la loro creativita’ e fantasia(inventano manufatti, avatar, negozi,location, ecc.) e rivendono poile loro creazioni.La maggior parte dei ricconi di S.L., è costituita da persone che hanno creato un'attività in proprio come stilisti, costruttori di oggetti, consulenti, venditori di appezzamenti di terra e gli immancabili imprenditori del sesso.
Chiunque fosse interessato a provare a diventare ricco non deve fare altro che andare sul sito ufficiale di Second Life e compilare la form di iscrizione gratuita. Il client da scaricare è di circa 23 MB ed è di facile utilizzo. Per saperne qualcosa di più, invece, si possono visitare le pagine della comunità italiana.
Buona Fortuna!!

8 commenti:

Anonimo ha detto...

grande informazione!non si può sapere mai!ora c penso poi c provo

Uomo Distrutto ha detto...

buon post
volevo proprio saperne qualcosa in più...

jack ha detto...

Per quel che ho capito si vendono e si comprano cose che non esistono(virtuali).fino a quando è vendere ci posso arrivare, ma comprare proprio no cioè io spendo dei soldi veri per comprare una cosa che in realtà non ho.Qual'è la logica?!? qualcuno me lo spiega?

Porcelain ha detto...

A volte è così difficile portare avanti la propria vita...come si può portare avanti una Seconda Vita virtuale?!
Certo che la cosa ha un certo fascino...ma...è sempre meglio vivere appieno la vita reale, e farlo al meglio!

Porcelain

Anonimo ha detto...

@jack:
scusa, se arrivi al concetto di vendere un bene immateriale, è perchè parimenti arrivi al concetto che c'è qualcuno disposto a comprarlo.. non capisco il tuo dubbio.

Tornando al post..
Su second life ti viene venduta una (letteralmente) seconda vita costruita a tua misura e desiderio. Per molti è un'occasione di riscatto, dalle proprie frustrazioni ed insoddisfazioni da "prima vita", per altri è solo un gioco, per altri ancora è un modello di business. L'aspetto più affascinante, in realtà, di "Second life" sono i suoi risvolti sociali: è un fenomeno inedito e impressionante. Rielabora e inscena ciò che internet(nello specifico le chat) ha rappresentato e rappresenta per milioni di persone: la possibilità, attraverso un sito web, un blog, una sessione di chat, di essere une persona DIVERSA (un alter ego virtuale) da quella che si è nella vita reale. Puoi essere un uomo, una donna, un animale, puoi costruirti un'immagine di persona coraggiosa, ruvida, o sensibile, puoi raccontare i tuoi abissi d'intimità ad un qualsiasi sconosciuto, protetto dal tuo spersonalizzante e anonimo nickname. Tutto ciò che i paletti di educazione, regole, morale, la società impone (a chi se li fa imporre per noia, convinzione o convenienza), su internet non trova terreno su cui poterli piantare.
Second Life è un sogno ad occhi aperti, per una manciata di dollari al mese. Forse meno dell'abbonamento a Sky, con la differenza che il film lo giri tu.

...

Anonimo ha detto...

x ..:condivido il tuo pensiero, ma nn è tutt'oro quello ke luccica, alcune persone enfatizzano troppo il gioco,rischiano di vivere una vita ke nn esiste e abbandonano completamente la vita reale!

SL è un bel gioco. Tecnicamente fa pena, l’usabilita’ e la facilita’ di utilizzo sono ai minimi per una applicazione di questo tipo. Le cose utili (intendo cose sostitutive alla vita reale) che si possono fare dentro sono limitatissime e spesso è più comodo farle via browser o via telefono (prenotare, comprare e bla bla).

Quando parlano di concerti e presentazioni fatte in SL mi viene da ridere. La tecnologia ha preso il sopravvento e le cose che hanno senso nella vita reale non per forza devono avere senso anche nella second life digitale.

si stà esagerando ricordiamo è un gioco!!!

Roberto ha detto...

SL è una bella realtà, tu da casa puoi conoscere gente divertirti,scopare,guadagnare soldi(cm detto nel post), e poi nn è vero ke funziona male! io sono Roberto su SL se qualcuno volesse venirmi a conoscere sn sempre ai parioli!!
ciao

Anonimo ha detto...

x roberto: nn è da malato scopare via internt? e pagando pure, immagino....